In questa Guida, voglio regalarti un percorso pratico e conciso per aiutarti a trovare lavoro in 5 settimane a partire da oggi.

Scoprirai come creare il tuo percorso di crescita professionale senza perdere tempo tra i tanti contenuti più o meno dispersivi che sono presenti su Internet.

In poche righe avrai accesso ad un metodo facile e veloce per entrare nel mondo del lavoro con consapevolezza e fiducia in te stessa.

Sei pronta ad entrare nel mondo del lavoro in grande stile?

Iniziamo!

Come trovare lavoro: i principali problemi

E’ inutile che ci giriamo intorno.

Il COVID ha dato una scossa decisamente negativa al mercato del lavoro italiano e internazionale.

Tante multinazionali hanno dato un taglio netto alle nuove assunzioni mentre tante altre hanno messo buona parte dei dipendenti in cassa integrazione.

Ogni giorno aumentano le ricerche su Google con oggetto “come trovare lavoro”e “come trovare lavoro con esperienza”.

Non giriamoci intorno, viviamo in un contesto e in un periodo storico difficile. Ma da ogni tempesta e difficoltà può solo nascere una rivoluzione.

Probabilmente non sarà una rivoluzione rapida o immediata, ma arriverà.

Sicuramente, la chiusura di tante aziende o la cassa integrazione per tanti dipendenti sta generando un aumento dell’offerta sul mercato.

Alcune ricerche dimostrano come il numero di disoccupati e di persone alla ricerca di un nuovo lavoro aumenti in maniera considerevole giorno dopo giorno.

Sicuramente ciò comporta un aumento del numero dei tuoi competitors.

Ma non c’è solo un lato negativo in tutta questa terribile situazione.

Come ben sai, ogni momento negativo ha come conseguenza un vero e proprio cambiamento.

ogni periodo negativo porta ad un cambiamento

Basti pensare alla rivoluzione smart working che sta completamente rivoluzionando il mondo del lavoro.

E la conseguenza diretta dello smartworking non è solo il permetterti di lavorare da remoto da casa tua o dalla tua casa al mare.

La rivoluzione smartworking ti permette anche di avere accesso ad aziende lontane che stanno iniziando ad assumere per posizioni completamente da remoto.

Potenzialmente, quindi, le tue possibilità stanno aumentando. 

E’ in atto una vera e propria rivoluzione, che diventerà sempre più rilevante man mano che trascorreranno i mesi e gli anni.

E’ arrivato il momento di guardare a questo periodo in modo strategico e lungimirante. Dovrà cambiare il tuo modo di pensare a come trovare lavoro.

Devi essere e farti trovare pronta per questa enorme rivoluzione.

Questa Guida pratica vuole aiutarti nella ricerca del tuo nuovo lavoro step-by-step, qualsiasi sia il tuo livello di esperienza.

Attenzione.

Non sarà facile.

Non ti basterà seguire i passaggi all’interno della Guida per trovare il lavoro dei tuoi sogni.

Questa Guida sarà il tuo percorso da seguire passo dopo passo in maniera precisa per riuscire a trovare lavoro anche in questo momento di crisi.

Ti chiedo solamente di darmi fiducia e dedicarmi qualche minuto del tuo tempo.

Sei pronta?

Iniziamo.

Come trovare lavoro: i trend di mercato

Primo elemento da considerare: i primi mesi di ogni anno solitamente sono dedicati alla definizione della strategia aziendale.

Durante i primi tre mesi, il focus delle aziende è su nuovi progetti e nuove inziative, in accordo con il budget definito l’anno precedente.

Superato questo periodo, l’azienda fa una stima del personale necessario per quel determinato anno e per gli anni successivi.

Possiamo quindi dire che la domanda da parte delle aziende inizerà a muoversi e a registrare i primi cambiamenti a partire dal mese di marzo.

Per questo motivo, non devi preoccuparti se durante i primi mesi dell’anno hai inviato decine di curriculum senza avere ottenuto alcuna risposta.

come trovare lavoro senza panico

E’ più che normale.

Un altro periodo di focus da parte delle aziende è tra Ottobre e Dicembre.

Durante questo periodo, le aziende solitamente decidono di dedicare parte del budget annuale non ancora utilizzato alla ricerca di nuovi talenti.

Secondo le ricerche, il periodo attuale e gli effetti della pandemia globale hanno aumentato ulteriormente queste tempistiche.

Questa estate sarà il momento migliore per iniziare a cercare attivamente un nuovo lavoro.

Attraverso questa Guida, avrai a tua disposizione un percorso semplice ed immediato per entrare o rientrare nel mondo del lavoro in grande stile.

Terminate le dovute precisazioni iniziali, direi che è arrivato il momento di entrare nel vivo del nostro percorso.

Se ti stai chiedendo come trovare lavoro attraverso un percorso ben definito, sei nel posto giusto.

Prima settimana: Aggiorna il tuo Curriculum in maniera efficace

Se sei nel mondo del lavoro da qualche anno, avrai sicuramente innumerevoli copie del tuo Curriculum con i diversi aggiornamenti fatti nel corso degli anni.

Nonostante questo, non è detto che tu non debba aggiornarlo per l’ennesima volta.

Il periodo storico che stiamo attraversando sta cambiando il mercato del lavoro in maniera considerevole e, di conseguenza, questo genera un cambio di rotta in ciò che le aziende cercano nei loro futuri collaboratori.

Capacità di adattarsi a situazioni difficili, flessibilità, problem solving sono solo alcune delle skill più ricercate nel mondo del lavoro al giorno d’oggi.

E quando ti parlo di problem solving non intendo una parola figa da inserire nel tuo curriculum e basta.

Devi anche concretamente dimostrare di avere queste skill attraverso esempi pratici e concreti. Ma questo lo approfondiremo man mano nel corso della nostra Guida.

Molto spesso il Curriculum viene fatto di fretta, senza investire la dovuta attenzione, quasi come se fosse un’attività da fare e non sulla quale investire.

In realtà è il nostro biglietto da visita.

come trovare lavoro senza panico con un curriculum perfetto
come trovare lavoro senza panico con un curriculum perfetto

Permette di farci conoscere e trasmettere la nostra essenza in quelle poche righe.

E’ quindi fondamentale presentarsi bene, inserire tutte le informazioni rilevanti, dando ad ogni esperienza la giusta attenzione.

L’attività iniziale più importante per valutare per quale posizione candidarsi è quella sulla quale quasi nessuno investe 5 minuti del proprio tempo.

Siediti in un ambiente tranquillo, prendi carta e penna e fermati un secondo a riflettere.

Chi sei e chi vuoi diventare?

Cosa vuoi trasmettere?

Su cosa vuoi puntare per attirare l’attenzione?

Perché quel Recruiter dovrebbe chiamarti se tu sei la prima a non credere in te stessa e nelle tue potenzialità?

Il primo step fondamentale è quindi fermarsi e prendere consapevolezza di chi si è e soprattutto se vuole diventare.

I recruiter non valutano solo il tuo passato e le tue esperienze.

Al contrario si focalizzano sempre di più sul tuo potenziale.

Il tuo obiettivo deve essere riuscire a trasmettere tutto questo in una sola pagina del tuo Curriulum.

Il tuo Curriculum è il tuo biglietto da visita.

Marianna Gaito 🙂

Come ti anticipavo qualche riga più su, oggi le aziende danno sempre maggiore importanza alle soft skill, anche definite “skill trasferibili”.

Nel tuo Curriculum, cerca di non essere banale quando racconti le tue soft skill.

Dire che sei una persona capace di lavorare in team ma nella tua vita professionale hai sempre lavorato autonomamente, non è corretto.

Al contrario, potrebbe essere controproducente e farti fare brutta figura nel caso di un primo colloquio.

Ti do un consiglio da amica: scrivi solo cose che puoi sostenere concretamente.

Ti racconto la mia esperienza e spero che possa aiutarti a comprendere meglio come agire.

Da quando ho iniziato a lavorare ho cambiato 5 lavori prima di trovare il lavoro in linea con il mio modo di essere.

Nel corso della mia vita professionale ho deciso di intraprendere un percorso non proprio lineare.

Quando ero all’inizio della mia carriera professionale, ho approfondito da sola temi inerenti alla redazione del Curriculum e della Cover Letter fino alla preparazione dei colloqui, attraverso corsi di formazione ed incontri con esperti del settore.

Ed è per questo che è nato questo Blog.

Questo blog nasce come un mio progetto personale al quale volevo dedicare il mio tempo e le mie energie da un po’.

E a gennaio del 2021 ho deciso di lanciarmi in questa fantastica avventura.

Era arrivato il momento di condividere tutto quello che avevo imparato e che continuavo ad imparare con quante più donne possibili. 

E ho deciso di iniziare proprio aiutandoti a scrivere il tuo nuovo Curriculum, il tuo biglietto da visita per entrare nel mondo del lavoro.

Ho scritto un articolo sul mio Blog, un vero e proprio vademecum per scrivere il tuo nuovo Curriculum di successo.

Ma non è finita qui.

A breve pubblicherò su questo Blog la mia Guida per scrivere il tuo nuovo Curriculum di successo secondo il modello della Harvard Business School.

La Guida è il frutto di anni di consulenze con esperti del settore, corsi di formazione ed approfondimenti, che ho deciso di condividere con te per aiutarti nel tuo percorso di crescita professionale.

Avrai a tua disposizione il modello con tutte le sezioni da compilare e la mia Guida al Curriculum di successo.

Nella Guida sarà presente anche una sezione interamente dedicata alla Cover Letter, con consigli pratici su come scrivere una Cover Letter efficace in poco tempo.

Scopriremo insieme come evidenziare i punti più importanti da portare all’attenzione dei Responsabili delle Risorse Umane.

Come è nata la Guida pratica al Curriculum di successo?

All’inizio della mia carriera professionale, perdevo ore, giorni, settimane a cercare online tutte le informazioni rilevanti per trovare il lavoro dei miei sogni.

Le mie ricerche su Google erano sempre le stesse, tutti i giorni.

Come trovare lavoro?

Da dove inizio per scrivere un curriculum accattivante?

E per impostare una Cover Letter?

Cosa devo fare per prepararmi al meglio per il colloquio motivazionale?

Quali sono le domande da approfondire per il colloquio tecnico?

Tutto diventava sempre più difficile e confusionario, man mano che andavo avanti nella mia fase di ricerca online.

Era tutto abbastanza frustrante ed estremamente dispendioso in termini di effort e tempo.

Il tempo passava e dovevo iniziare ad inviare le mie prime candidature.

Avevo bisogno di un modello di Curriculum che mi permettesse di iniziare ad attirare l’attenzione dei recruiter e delle aziende per le quali volevo inviare la mia candidatura.

E tutti mi proponevano il famoso curriculum modello Europass.

Ho iniziato anche io usando questo modello ma notavo che non avevo alcun riscontro,

Non volevo perdere tempo, avevo 20 anni e la voglia di spaccare il mondo. Volevo iniziare a lavorare e a farmi valere nel mondo lavorativo.

Non volevo aspettare che qualcuno si convincesse a chiamarmi.

Volevo far sì che le aziende non vedessero l’ora di lavorare con me.

Ho deciso di andare alla fonte, chiedendo supporto ai Responsabili delle Risorse Umane che avevo incontrato nei corsi di formazione o ai Professori.

Il mio obiettivo era ottenere un metodo che fosse funzionale a candidature in settori anche molto diversi tra loro.

Ho iniziato ad inviare tutte le mie candidature usando questo nuovo modello ed i risultati sono arrivati subito.

Il numero di risposte positive e chiamate da parte dei recruiter con proposte di colloquio stavano aumentando velocemente.

Finalmente ciò che volevo raccontare all’interlocutore arrivava forte e chiaro.

Nel corso degli anni, ho acquisito sempre maggiore esperienza, sia partecipando ai colloqui come candidata, sia come intervistatrice, prendendo più consapevolezza su problemi e bias comuni a tante donne.

E’ stata questa la spinta definitiva.

Potevo essere finalmente utile a tante donne come te e come me, supportandole concretamente in un processo di crescita professionale.

Per restare aggiornata sulla pubblicazione della Guida bastano due minuti: Iscriviti alla Newsletter inserendo il tuo nome e la tua migliore email.

Scrivi il tuo nuovo Curriculum

Iscriviti alla Newsletter per restare aggiornata sul lancio della Guida al Curriculum di successo.

Seconda settimana: come trovare lavoro con il Personal Branding su LinkedIn

Quante volte avrai cercato anche tu “Come trovare lavoro su LinkedIN?” sperando di ottenere la formula magica?

Oggi cercare e trovare lavoro su LinkedIn è una pratica sempre più diffusa, che permette di avere accesso a tante opportunità in pochi semplici click.

Ti consiglio di dedicare parte del tuo tempo a modificare il tuo profilo LinkedIn, per costruire il tuo Personal Brand.

Per Personal Brand si intende tutto quello che ha a che fare con l’immagine che le altre persone hanno di te, sia dal punto di vista personale, sia dal punto di vista professionale.

LinkedIn funziona a tutti gli effetti come un motore di ricerca proprio come Google.

Per aiutarti a comprendere ancora di più l’importanza di LinkedIn ti do un consiglio.

Vai su Google tramite ricerca in anonimo e digita il tuo nome e cognome.

Il primo risultato che apparirà sarà il collegamento al tuo profilo LinkedIn.

Assurdo vero?

Questo conferma il fatto che il recruiter che riceverà il tuo Curriculum, farà immediatamente una ricerca online per scoprire chi sei e cosa hai davvero fatto nella tua vita.

Ma come ti dicevo qualche riga più su, LinkedIn funziona come un vero e proprio motore di ricerca.

Proprio come vale per Google, anche qui dovrai ottimizzare il tuo profilo per renderlo quanto più facilmente visibile ai recruiter per le posizioni di tuo interesse.

Mi raccomando, aggiorna la tua foto profilo su LinkedIn inserendo una foto professionale ma amichevole: fai capire che tipologia di persona sei.

Ad esempio, sei una persona particolarmente positiva e ottimista?

Non avere paura a mostrarti per come sei davvero attraverso una foto di te con un sorriso a 32 denti.

immagine di marianna gaito personal branding
Ecco la mia foto profilo su LinkedIn 🙂

Per attirare l’attenzione di potenziali recruiter, inizia a costruire la tua rete di collegamenti su LinkedIn.

Ricorda che LinkedIn è popolato da tanti Responsabili HR e tanti Head Hunter. Invia loro una richiesta di collegamento su LinkedIn aggiugendo sempre un messaggio di presentazione, apparirai subito professionale e proattiva.

In questo modo ti mostrerai fin da subito come una professionista che sa relazionarsi nel giusto modo in un contesto lavorativo.

Un altro consiglio fondamentale che mi sento di darti riguarda la relazione con la tua rete.

Nel momento in cui interagisci con un contenuto su LinkedIn, la tua intera rete ha visibilità del tuo interesse nei confronti di quel determinato tema, dal momento che il post sarà presente sulla bacheca dei tuoi contatti.

Ti rendi conto della potenza di un’azione di questo tipo?

Una potenza che può essere positiva o negativa, a seconda della preferenza che si esprime.

Con questo voglio suggerirti di prestare la dovuta attenzione alle tue interazioni con i contenuti degli altri iscritti al social network: ricorda che si tratta di lavoro e relazioni professionali, non di mero svago come può succedere su Instagram.

Ultimo consiglio che voglio darti (sì, so che avevo già detto che quello di prima era l’ultimo! 😛 ) è di iniziare a usare LinkedIn per pubblicare contenuti di valore da condividere con la tua rete.

Le ricerche dimostrano come LinkedIn sia il miglior social network per dimostrare la propria esperienza e le proprie competenze e per farlo basta davvero poco.

Inizia creando il tuo piano editoriale con i contenuti che mettono in risalto le tue competenze ed inizia a condividerli su LinkedIn attraverso post di testo o condivisione di articoli originali.

Le ricerche dimostrano che i post di testo ottengono circa il 40% in più di interazioni e visite sul profilo.

Oltre ad ottenere l’attenzione della tua rete e ad aumentare le probabilità di entrare in contatto con utenti in target, migliorerai il tuo Social Selling Index, la metrica usata da LinkedIn per valutare il successo del tuo Personal Brand, elemento che aumenterà la tua visibilità sul social network.

Per aiutarti in questa “missione” ho scritto un articolo breve e conciso sul mio Blog nel quale approfondisco il funzionamento di LinkedIn e la sua rilevanza per il tuo processo di Personal Branding.

In quest’articolo ti svelerò 5 facili trucchi per applicare la SEO al tuo profilo Linkedin e attirare l’attenzione di recruiter in soli 30 minuti.

Scopri come migliorare il tuo Personal Brand grazie a LinkedIn

Settimana 3: Come trovare lavoro con il sano Networking

Ecco, immagino già la tua espressione al leggere la parola networking.

Starai sicuramente immaginando che ti sto per chiedere di cercare di conoscere quante più persone a caso senza un collegamento ben preciso ed intavolare una conversazione con loro senza quasi un filo logico.

Assolutamente no, puoi esserne più che certa.

Ammetto che anche io tempo fa ero sconcertata alla sola idea di iniziare a fare networking.

Lo vedevo come un qualcosa di “falso”, non sincero, basato solo sulla ricerca di soddisfare un interesse ben preciso di tipo professionale.

Guardando al networking in questo modo, non facevo altro che evitare sempre di più questa tipologia di attività.

Poi un giorno ho cambiato il mio approccio: ho iniziato a guardare al Networking da un’altra prospettiva.

Da quel momento in poi ho conosciuto e continuo a conoscere tantissime professioniste in settori più o meno in linea con il mio, conoscenze dalle quali in molti casi sono nati nuovi progetti e in altri belle amicizie.

come-trovare-lavoro-con-networking
come-trovare-lavoro-con-networking

Ma come ho fatto concretamente a dare una svolta a questa situazione?

Te ne parlo in questo articolo, nel quale ti spiego cos’è davvero il Networking e perché questo é il momento migliore per investire il tuo tempo nel creare il tuo nuovo Network. Ti racconterò come cambiare la tua prospettiva ed il modo in cui guardi al networking in pochi semplici passi, per poterlo finalmente considerare un elemento fondamentale per la tua crescita personale e professionale.

Nel momento in cui inizi a fare Networking arricchisci non solo la tua rete professionale ma anche la tua mente, lasciandoti contaminare dalle idee e dalle esperienze di altri professionisti o professioniste.

Quando conosci una nuova professionista, puoi iniziare una conversazione informale per scoprire di più sulla sua carriera, sulla sua azienda, sul suo percorso professionale o sull’industry nella quale lavora.

Il tuo obiettivo non deve esserti farti assumere, ma studiare, approfondire, scoprire quante più informazioni possibili sulle opportunità che potrebbero presentarsi nella tua vita.

Pensa solo a quante informazioni potresti ottenere semplicemente facendo una chiacchierata con amici, parenti, conoscenti o collegamenti su LinkedIn che lavorano presso l’azienda alla quale sei interessata.

Riusciresti a scoprire la cultura aziendale, la mission e i valori dell’azienda, gli orari di lavoro e il modo di lavorare e tanto altro.

Tutti elementi che ti permetterebbero di avere un’idea più chiara del contesto per permetterti di scegliere al meglio se l’azienda può fare al caso tuo oppure no.

Come iniziare?

  • Parla con il tuo network: ex colleghi dell’Università, parenti, amici che lavorano nell’azienda di tuo interesse o che potrebbero conoscere persone che ne fanno parte
  • Invia una richiesta di connessione su LinkedIn a persone che lavorano presso l’azienda di tuo interesse. Sicuramente si tratta di un metodo che richiede una “spinta in più” ma credimi è più semplice di quello che si pensa. In questo caso, scegli qualcuno che rivesta una posizione all’interno dell’azienda in linea con la posizione per la quale vorresti inviare la tua candidatura, così da poter ottenere risposte concrete alle tue domande

Un aiuto concreto può essere inviare un messaggio insieme alla richiesta di collegamento dove spieghi il perchè del collegamento, a cosa sei interessata e cosa puoi dare in cambio.

Non deve trattarsi di un grande scambio, puoi anche semplicemente riferirti al contatto di una professionista che può essere d’aiuto alla persona a cui stai ti stai collegando su LinkedIn.

Ricorda di mantenere un tono informale ma di mantenerti comunque sempre molto professionale: si tratta di una chiamata per conoscersi non di un colloquio. ?

Al termine della chiamata, invia un messaggio per ringraziare l’interlocutore del suo tempo e, se hai bisogno di altre informazioni, chiedi di presentarti altre persone o colleghi che possono supportarti nella richiesta.

In questo modo ti dimostrerai realmente interessata all’azienda e sicuramente avrai più probabilità di essere immediatamente contattata in caso di nuove posizioni aperte.

Migliora la tua crescita personale e professionale grazie al Networking

Settimana 4: Come trovare lavoro con le referenze

Se i tuoi incontri e nuove conoscenze fatte nella settimana precedente sono andate a buon fine, non temere di chiedere loro una referenza prima di inviare la tua candidatura per una posizione nella loro azienda.

Presentare una candidatura accompagnata da una referenza, ti permette di avere maggiori chance di successo semplicemente per il fatto che qualcuno che già fa parte dell’azienda è confidente riguardo le tue skill e potenzialità.

E questo è senza ombra di dubbio una garanzia pazzesca.

E’ capitato anche a me di supportare la candidatura di una mia amica nell’azienda nella quale lavoravo qualche anno fa.

Conoscevo la mia amica da anni, sia dal punto di vista personale, sia dal punto di vista professionale, per questo motivo è stato estremamente facile per me supportare la sua candidatura.

In questo modo, il suo profilo ha attirato l’attenzione dei recruiter più velocemente e lei ha avuto la possibilità di dimostrare con le sue forze tutte le sue capacità ed esperienze.

Quando chiedi una referenza ad un tuo contatto, la cosa più importante è essere chiara con il tuo interlocutore in merito ai tuoi interessi e alle tue intenzioni.

In questo modo, la persona di riferimento avrà modo di apprezzare la tua trasparenza e professionalità.

Settimana 5: Preparati per la tua Job Interview

Fai i compiti.

Cosa intendo per fare i compiti?

Preparati per la tua intervista, fai le dovute ricerche sull’azienda e sul business nel quale opera, approfondisci su LinkedIn  il percorso formativo o lavorativo dei dipendenti della tua futura azienda.

Approfondisci nel dettaglio i trend del settore, le innovazioni e le nuove scoperte, cerca di scoprire la tipologia di progetti che potresti trovarti ad affrontare.

Studia e approfondisci quanto più possibile sul contesto di lavoro e sull’ambiente nel quale vorresti iniziare a lavorare.

Cerca le domande più frequenti per quella determinata posizione lavorativa e individua le giuste risposte.

Crea un tuo vero e proprio discorso di supporto, ti aiuterà ad affrontare domande di questo tipo senza ansia e timore.

Mi è capitato di fare quattro colloqui qualche settimana fa per una nuova posizione aperta in un’azienda con la quale sto collaborando.

come-trovare-lavoro-con-la-job-interview
Studia e fai i compiti prima della tua job interview

Ho intervistato quattro ragazze che erano a conoscenza dei dettagli della posizione per la quale avevano inviato la candidatura (tutti i dettagli erano stati inseriti nella Job description) ma, nonostante questo, purtroppo sono arrivate ai colloqui totalmente impreparate.

Purtroppo non avevano dedicato il giusto tempo a cercare informazioni sull’azienda e i suoi progetti e, soprattutto, non avevano davvero approfondito la tipologia di posizione per la quale si stavano candidando.

Nessuna di loro purtroppo è stata in grado di dimostrare di aver approfondito i temi principali prima di presentarsi al colloquio.

Purtroppo nessuna delle quattro candidate ha superato il colloquio, al quale ha preso parte anche il Responsabile delle Risorse Umane, che ha giudicato le candidate superficiali e non realmente interessate alla posizione aperta.

Con questo voglio semplicemente farti prendere consapevolezza dell’importanza di approfondire quanto più possibile prima di arrivare al colloquio, così da poter dimostrare concretamente la tua preparazione ed il tuo interesse nei confronti dell’azienda.

Per aiutarti ad avere il concetto più chiaro ti faccio qualche semplice esempio relativo alle soft skills di cui ti ho parlato qualche riga più su, sempre più richieste nel mercato del lavoro:

  • Problem solving, che hai sviluppato nel corso del tuo ultimo progetto, durante il quale ti sei trovata ad affrontare un ritardo nel rilascio di alcune attività che avrebbe potuto provocare uno slittamento della data finale di consegna del tuo progetto. In questo caso, potresti raccontare come hai fatto per risolvere il problema nei giusti tempi riuscendo a rispettare la deadline iniziale
  • Flessibilità, che hai potuto migliorare quando, nel corso del tuo ultimo lavoro, ti è stato richiesto di cambiare le tue priorità e fornire un nuovo piano attività entro pochi giorni, per riuscire a traguardare gli obiettivi precedentemente definiti

Riflessioni finali

Durante la pandemia noi donne abbiamo pagato il prezzo più alto.

Secondo l’ISTAT, il 98% delle persone che hanno perso il lavoro durante la pandemia è di sesso femminile.

E’ sempre più grande quindi la necessità di iniziare un vero e proprio processo di cambiamento, iniziando prima di tutto da noi stesse.

Deve cambiare il modo in cui cerchiamo e troviamo lavoro.

Inizia credendo in te stessa e nelle tue grandi potenzialità.

Smettila di fare l’errore che caratterizza principalmente noi donne: farsi sopraffare dalla sindrome dell’impostore.

Inizia a sentirti non solo abbastanza, inizia a sentirti “di più”.

Smettila di pensare che ci sia sempre qualcuno migliore di te o più forte di te.

Approfondisci l’arte della vendita e della negoziazione, prendi fiducia nelle tue capacità e nelle tue abilità, scopri e metti in evidenza i tuoi punti di forza e lavora sulle tue debolezze.

Nel momento in cui avrai ben chiaro il quadro generale, impara a raccontarti, a descriverti in maniera “accattivante”.

Comunica il tuo valore alla persona che hai davanti a te.

Se sei interessata ad argomenti correlati al mondo della crescita professionale, quali l’arte della negoziazione fondamentale per farti ottenere l’aumento di stipendio che ti spetta, la preparazione ai colloqui o tanto altro, fammelo sapere nei commenti o tramite email.

Ci tengo tanto a costruire dei contenuti che siano realmente utili per te e per tutte le donne di questa community.

E’ questo il grande insegnamento che voglio trasmetterti attraverso questa Guida e attraverso il mio Blog.

E se avrai bisogno di approfondire questi discorsi con maggiore attenzione, potremmo farlo durante una o più ore di consulenza.

Nel momento in cui tu inizierai a prendere consapevolezza di te stessa e del frutto dei tuoi successi ed insuccessi, imparerai a comunicarlo e a raccontarlo per riuscire a trasmettere al meglio la tua vera essenza.

Le vaccinazioni per il COVID continuano ad andare avanti, indicatore di una lenta ma certa ripresa del mercato del lavoro e dell’arrivo di una nuova normalità.

Considerando questi nuovi orizzonti, deve essere sempre più chiaro che il tuo processo di job application deve iniziare ora.

Quanto più velocemente seguirai il percorso che ti ho indicato in questa Guida e inizierai concretamente la tua ricerca, tanto più facile sarà riuscire a ottenerne i benefici.

E’ arrivato il momento di portare la tua carriera allo step successivo.

Ti consiglio davvero di iniziare a seguire tutti i passaggi di questa Guida e delle Guide collegate passo dopo passo: ti assicuro che la rivoluzione arriverà in un batter d’occhio.

Ti aspetto nei commenti,

In bocca al lupo per questo tuo nuovo percorso,

Un abbraccio,

Marianna

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Accedi a contenuti esclusivi, Guide, Template e tanto altro per iniziare il tuo percorso di Crescita personale e professionale a 360°. Tranquilla, so che il tuo tempo è importante. E odio lo spam. 🙂

Chi sono

Ciao, sono Marianna Gaito e sono l’amica che crede in te.
Nel mio blog condivido trucchi e strategie di crescita personale e professionale per donne ribelli che vogliono cambiare il mondo.
Il mio sogno è far comprendere a quante più donne possibili il grande potenziale che ognuna di noi ha dentro di sé.

Ti potrebbe piacere:

2 commenti

  1. Questo articolo è un concentrato di consigli di valore. Azioni concrete da mettere in pratica da oggi. Personalmente ho bisogno di revisionare se non ricominciare da zero il mio curriculum e il mio profilo Linkedin.
    Grazie di cuore per mettere a disposizione queste informazioni. Non vedo l’ora di leggere anche la guida a cui hai accennato nell’articolo. Intanto c’è già molto da fare ?

    1. Grazie mille Alessandra per il tuo feedback, davvero di cuore. Sono davvero felice di esserti stata d’aiuto, è bello avere un percorso da seguire passo dopo passo. Si risparmia tempo e fatica! 🙂 Un grande abbraccio e in bocca al lupo <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *