In questo articolo ti svelo come ti bastino solo 20 ore per sviluppare una nuova competenza e diventare un’esperta. Ti racconterò del metodo che ho applicato su me stessa per studiare gli esami all’Università e che applico ancora oggi nel mio processo di formazione continua per la mia crescita personale e professionale.

Sei pronta?

Iniziamo.

Un esempio pratico

Ormai credo che tu abbia capito che una delle cose che amo di più in questo mondo è imparare cose nuove.

Da multipotenziale DOC (la nostra community ne è piena! 🙂 ) ho sempre avuto tanti interessi spesso molto diversi tra loro, sui quali ho focalizzato la mia attenzione e investito il mio tempo, spesso con l’obiettivo di farli diventare qualcosa in più di una semplice passione.

Come ti ho raccontato in questo articolo, ho iniziato a studiare Marketing da sola un anno dopo essermi laureata in Economia e Revisione aziendale. Marketing e revisione aziendale: due mondi totalmente diversi l’uno dell’altro. Tutto questo “solo” perché mi ero resa conto che il mio percorso di laurea non sarebbe stato per nulla in linea con il lavoro dei miei sogni.

So a cosa stai pensando. Avrei potuto accorgermene prima. Ma sai com’è, nella vita tutti possiamo sbagliare qualcosa o fallire. L’importante è cambiare il modo in cui guardiamo al nostro “fallimento”.

Torniamo a quello che ti stavo dicendo.

Come ti dicevo, la mia gioia più grande è sempre stata scoprire cose nuove, buttarmici a capofitto fino al punto da diventare abbastanza brava da poter poi iniziare ad approfondire e a studiare una nuova competenza.

Marianna gaito - blog lamiglioreversioneditestessa.net - blog femminile di crescita personale e professionale. 20 ore per imparare una nuova competenza
I libri ci salveranno 🙂

Insomma tuffarmi a capofitto in qualcos’altro di nuovo e altrettanto entusiasmante.

Ma considerato il mio lavoro abbastanza impegnativo, non avevo idea di come avrei potuto fare a conciliare lo studio di tutte le competenze che avrei voluto approfondire con il poco tempo libero.

Ti parlo solo del vastissimo mondo del Marketing: SEO, SEM, Facebook Ads, Google Ads, Instagram, Copywriting e tanto tanto altro ancora.

Come fare ad imparare tutte queste competenze per diventare un’esperta del settore senza impiegare un’eternità?

Faccio una rapida precisazione: in questo blog, ho deciso di raccontarti non solo quello che ho imparato nel corso delle tante esperienze pratiche e corsi di formazione sulle tematiche più diverse. In questo blog ho deciso di raccontarti parti della mia vita, esperienze che ho fatto e momenti che ho vissuto, con la speranza che tutto questo possa essere concretamente d’aiuto a te e a tante donne che si trovano nella stessa nostra situazione.

Negli articoli di questo blog troverai racconti di esperienze e situazioni che mi sono realmente capitate, quindi estratti di vita vera. 🙂 Nessuna finzione e zero retorica: solo nuda e cruda realtà.

Bene, torniamo a noi.

Penso che conosci le diverse ricerche che parlano della necessità di impiegare almeno diecimila ore per diventare esperta in qualcosa, in qualsiasi argomento che richieda un certo livello di approfondimento.

Come racconta lo psicologo svedese Anders Ericsson, secondo i suoi studi basterebbero circa 10.000 ore di pratica costante per diventare un esperto in qualsiasi disciplina. La sua ricerca è poi diventata famosa grazie anche al libro “Fuoriclasse. Storia naturale del successo” con il quale la sua teoria è diventata accessibile al grande pubblico.

Secondo Ericsson, era fondamentale investire almeno diecimila ore della propria vita per diventare esperti in un campo abbastanza tecnico e di settore.

Come puoi notare, si parla di un campo tecnico e specifico, che è diverso dal parlare di diventare brava in una data materia o in un certo campo.

Questo è il primo concetto sul quale vorrei che ti soffermassi. Ammetto che ho impiegato un po a metabolizzare il fatto che esista una concreta ed abissale differenza tra diventare brava in qualcosa e diventare una esperta in quella specifica competenza. La difficoltà principale che ho avuto nel far mio questo concetto era data dal fatto che ogni volta che iniziavo a studiare una nuova competenza avevo voglia di saperne sempre di più, di conoscere il più possibile di quell’argomento proprio perchè volevo diventare un’esperta.

Sicuramente sarà capitato anche a te, anche perchè se sei su questo blog e stai leggendo questo articolo, sicuramente abbiamo tantissime cose in comune! 🙂

Ma l’elemento che più di tutti mi ha permesso di prendere consapevolezza di questo concetto è stato capire che nella vita non puoi essere esperta in tante cose. E’ praticamente impossibile riuscire ad avere una conoscenza approfondita e tecnica riguardo a più di qualche argomento, anche perchè non hai a disposizione nella tua intera vita così tanto tempo per studiare in profondità cosi tanti argomenti.

Tuttavia, come ti raccontavo qualche riga più su, diventare esperti in qualcosa è diverso dal diventare bravi. E ciò quindi implica che puoi contemporaneamente essere esperta di alcune tematiche ed essere brava in tante altre. 

Questo creerà un profilo completo di te stessa come donna e come professionista.

Tutto questo è confermato anche da tanti studi e ricerche che dimostrano che basta davvero molto meno tempo per diventare competenti in qualsiasi disciplina. Ciò che fa realmente la differenza è la pratica.

Quando inizi una nuova attività o lo studio di una nuova competenza, ti scontrerai sicuramente con difficoltà abbastanza elevate. Ma basta davvero poco per aumentare il tuo livello di conoscenza in maniera esponenziale.

Cosa fa realmente la differenza? La pratica.

L’importanza della pratica

Iniziare a mettere in pratica fin da subito quello che si sta imparando è il modo migliore per avere risultati tangibili in poco tempo.

Ti faccio un esempio concreto. Il blog dove ora stai leggendo questo articolo l’ho costruito e lo sto costruendo giorno dopo giorno da sola. Non mi sono rivolta ad una agenzia di Marketing o a una esperta del settore. Lo sto costruendo piano piano con i miei sforzi e con il mio tempo, mettendo in pratica anni ed anni di studio di Marketing. Tuttavia come ti dicevo qualche riga più su, il marketing è una disciplina estremamente ampia. 

La creazione di questo progetto e in particolare di questo di blog, è un sogno che ho nel cassetto da tempo. Tuttavia nel corso della mia carriera professionale mi sono avvicinata ad ambiti del marketing diversi tra loro ma mai collegati alla creazione di un progetto editoriale online come un blog. 

Marianna gaito - blog lamiglioreversioneditestessa.net - blog femminile di crescita personale e professionale. 20 ore per imparare una nuova competenza
Il mio blog e i suoi “fantastici” codici

Come ho fatto e come faccio tutti i giorni a migliorare questo blog?

Semplicemente studiando.

Dal lancio del blog, ho iniziato a migliorare le mie competenze in Copywriting, essenziali per scrivere articoli capaci di creare engagement e ispirazione in te che li leggi, ho iniziato a studiare la SEO, essenziale per posizionare il blog su Google e renderlo visibile a quante più persone, e cosi via. Ovviamente su alcune competenze sono ancora ad uno stadio iniziale di conoscenza, su altre invece ho maturato già delle competenze un po più profonde. 

Cosa mi sta aiutando concretamente a metabolizzare quanto sto imparando?

La pratica.

Questo blog è la mia “pratica”, il mio modo di mettere in pratica quanto sto imparando e trovare nuovi spunti di miglioramento.

Non è fantastico?

Praticamente quello che ti ho appena raccontato è l’applicazione del 20/80 della regola di Pareto.

Metti in pratica le poche attività (il 20%) che ti permettono di raggiungere il massimo della competenza su quella materia (l’80%). 

Un altro elemento che incide in maniera esponenziale sullo sviluppo rapido di una nuova competenza è la capacità di focalizzarsi su un determinato argomento per un determinato periodo. Proprio come se stessi facendo una sorta di super approfondimento su certa materia per imparare il più possibile nel minor tempo possibile.

Con questo cosa voglio dire?

Il multitasking ti porterà alla rovina. So che stai facendo un’espressione di stupore. D’altronde noi donne abbiamo sempre vantato la nostra grande bravura nel multitasking. E invece mia cara dobbiamo ammettere a noi stesse che abbiamo fatto un enorme buco nell’acqua. Ti parlerò del perchè devi smettere di essere multitasking per raggiungere l’eccellenza in un articolo specifico nelle prossime settimane. Fino a quel momento, ti chiedo di far tua questa frase e riflettere su tutte le situazioni della tua vita nelle quali lavori in multitasking.

Una spiegazione rapida del perchè il multitasking ti porterà alla rovina arriva dal racconto di Bill Gates nel documentario su Netflix. 

Marianna gaito - blog lamiglioreversioneditestessa.net - blog femminile di crescita personale e professionale. 20 ore per imparare una nuova competenza
Ma quanto è bello il nostro cervello?

Quando Bill Gates vuole sviluppare una nuova competenza, è solito chiudersi nella sua casa in campagna in tranquillità e trascorrere dei giorni o delle settimane portando con sé una serie di libri sullo stesso argomento, tutti da leggere in quel determinato periodo di mente.

Cosa succederà alla mente di Bill?

In questo modo, la mente di Bill sarà in grado di concentrarsi di più grazie a contenuti tutti simili tra loro che diminuiranno lo sforzo del suo cervello nell’andare a porre la propria attenzione su argomenti diversi. E’ questa una delle motivazione principali per cui si dice sempre più spesso che il multitasking porterà tutti alla rovina.

Ma quindi torniamo alla nostra ricerca.

Ps. pensi che questo articolo possa essere utile alle tue amiche, sorelle, colleghe, conoscenti e a donne che ancora non conosci? 🙂

Aiutami a diffonderlo online! Basta cliccare sui pulsanti qui sotto per condividere l’articolo sui tuoi profili social. Grazie <3

Quanto tempo serve per una nuova competenza?

Focalizziamoci un secondo sulla motivazione per la quale vuoi sviluppare una nuova competenza e soprattutto diventare brava in quel determinato ambito. 

Sia che si tratti di una richiesta da parte dell’Università o di una tua personale esigenza, poco importa.

Se consideri la tua curva di apprendimento, sai che all’inizio la tua crescita in un nuovo ambito sarà molto rapida rispetto a quanto potrebbe succedere dopo qualche mese di studio. Questo succede perché nel momento in cui inizi qualcosa di nuovo, a tutti gli effetti parti da zero. E’ come se fossi una lavagna bianca sulla quale dovrai scrivere tutto quello che impari. All’inizio, essendo esposta a concetti totalmente nuovi per te, la tua mente sarà molto più ricettiva permettendoti di imparare tantissimo in poco tempo. Ad un certo punto questa velocità di apprendimento si stabilizzerà.

Ma quanto tempo serve davvero per far sì che la tua curva di apprendimento arrivi al suo punto massimo?

Secondo le nuove ricerche sull’argomento, bastano 20 ore. Poche ore per diventare brava in un determinato argomento.

Parlare di venti ore è totalmente diverso dal parlare di 10.000 ore. 

20 ore probabilmente sono meno del tempo che trascorriamo in un mese davanti allo schermo del nostro PC a guardare le foto su Instagram o i video su TikTok.

Riesci a renderti conto della potenza di questo concetto?

Bastano solo 20 ore per acquisire una nuova competenza. Iniziando da zero.

Sai quanto sforzo ti costa riuscire a trovare queste 20 ore da dedicare alla tua crescita personale?

Zero.

Dai, dire zero non è corretto ed è un po forte perché sicuramente avrai altre cose alle quali al momento stai dedicando queste 20 ore. Ma prova a fare una analisi della tua giornata. Quanto tempo della tua giornata è effettivamente impiegato per creare valore per te stessa? Fai questo semplice esercizio: foglio bianco e penna e scrivi le attività principali che svolgi nella tua giornata indicando il tempo che dedichi ad ognuna di esse. Dopo averlo fatto, calcola le percentuali. Resterai senza parole.

Se invece non ti va di riflettere troppo, ti svelo il famoso trucco: prendi il tempo di utilizzo del tuo cellulare e avrai già parte della risposta a portata di mano.

Marianna gaito - blog lamiglioreversioneditestessa.net - blog femminile di crescita personale e professionale. 20 ore per imparare una nuova competenza
Vai e sorprenditi!

Tuttavia per investire le ore recuperate nello sviluppo di una nuova competenza, devi avere un metodo ben preciso.

Iniziare ad agire senza una direzione e senza un metodo non ti porterà da nessuna parte. Non dovrai pensare molto, ti sto fornendo tutte le regole che ho usato personalmente su me stessa e che continuo ad usare ancora oggi. Sono regole che ho fatto mie dopo averle scoperte dai grandi del settore.

Sei pronta?

Forza, prendi carta e penna e iniziamo!

Definisci il tuo obiettivo e dividilo in parti

Molto spesso crediamo che l’obiettivo che vogliamo raggiungere sia un unico obiettivo, composto da un’unica parte. In questo modo la nostra mente crede di dover raggiungere un grande obiettivo, il cui raggiungimento, di conseguenza, comporterà un grande sforzo.

Tuttavia, se ti soffermi sull’obiettivo e lo scomponi nelle sue diverse parti, potrai renderti conto che ciascuna di queste parti “gode di vita propria”. In parole semplici, ogni parte del grande obiettivo è a sua volta un obiettivo. Si tratterà di obiettivi più piccoli che, di conseguenza, avranno bisogno di uno sforzo minore per essere raggiunti.

Questa fase di scomposizione è fondamentale perché ti aiuterà a:

  • Avere ben chiaro le diverse parti che compongono la tua macro-attività e il tuo macro-obiettivo
  • Definire quali di queste attività vuoi raggiungere entro una determinata data prestabilita
  • Individuare il 20/80 sul quale dovrai concentrare la tua attenzione, cioè tutte quelle attività che, se svolte prima delle altre, ti consentiranno di raggiungere il tuo obiettivo in maniera più rapida e efficace 

Metti in pratica il tuo miglioramento 

Non rimandare il momento dell’azione troppo a lungo. Poniamo il caso che vuoi iniziare a migliorare la tua leadership e non sai da dove iniziare. In questo caso comprare e leggere 20 libri su come migliorare la tua leadership non ti servirà a migliorare davvero questa competenza. 

Come puoi fare allora? Scegli i migliori libri sul tema, cerca la storia e i riconoscimenti dell’autore prima di comprarli e focalizza la tua attenzione solo su pochi importanti libri. Ti saranno utilissimi per avere una conoscenza iniziale e generale sul tema. Se non sai da dove iniziare, ho scritto un articolo su Leadership e gender gap che potrebbe fare al caso tuo. 

Durante la lettura dei primi libri o dei primi contenuti sul tema, metti in pratica quello che impari. Nel caso della leadership puoi applicare quanto imparato nella vita di tutti i giorni, ad esempio quando sei con i tuoi amici e dovete decidere dove trascorrere il weekend, oppure con i tuoi genitori quando vuoi esprimere la tua opinione su un determinato argomento. 

Non conta in quali contesti tu decida di applicare quello che impari, basta che tu lo faccia. Fin da subito.

Resta focalizzata sul 20/80.

Quindi metti in pratica quelle conoscenze (il 20% di quello che hai imparato) che ti permetteranno di raggiungere l’80% dei tuoi risultati.

Questo ti permetterà anche di avere consapevolezza degli errori che farai lungo il percorso e a migliorarti man mano.

Elimina le distrazioni

Elimina tutto quello che ti spinge ad alzarti dalla tua sedia o ad alzare gli occhi dal PC e a farti abbandonare quello che stavi facendo. Se hai una giornata molto frenetica o se hai molte distrazioni nel corso del giorno, scegli una o due ore da dedicare alla tua competenza durante le quali riesci ad avere una maggiore tranquillità. Diminuendo le distrazioni riuscirai a dedicare del tempo di valore al tuo studio, evitando di perdere tempo. In questo modo, eliminerai la frustrazione dal momento che riuscirai a vedere dei benefici concreti già in poco tempo.

Pratica per almeno 20 ore

Dedica almeno 20 ore del tuo tempo a mettere in pratica quello che hai imparato. in questo modo l’ansia di fallire o il senso di frustrazione ti abbandoneranno e ti permetteranno di andare avanti nel tuo percorso di crescita.

La cosa assurda è che il primo ostacolo nell’iniziare ad apprendere qualcosa di nuovo non è di tipo intellettuale bensì emotivo.

Siamo spaventate.

Abbiamo paura di sentirci “stupide” nell’iniziare qualcosa di nuovo e abbiamo paura che non arriveremo mai al nostro risultato. 

E invece iniziando a fare, a mettere in pratica tutto quello che impari, riuscirai ad avere sempre più consapevolezza sulle tue potenzialità e avrai sempre più voglia di andare avanti. Per imparare sempre più cose e continuare la tua crescita personale e professionale.

Fallo. Provaci. Ti servono solo 20 ore.

20 ore del tuo tempo per diventare brava in una una certa competenza. Potrebbe non essere un punto di arrivo bensì un punto di partenza dal quale poi continuare ad approfondire per diventare finalmente un’esperta.

Dipende tutto da te. Solo da te.

Agisci, oggi.

E tu da cosa ti senti bloccata? 

Sono curiosa di saperlo, magari posso aiutarti.

Ti aspetto nei commenti,

Un abbraccio

Marianna

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Chi sono

Ciao, sono Marianna Gaito e sono l’amica che crede in te.
Nel mio blog condivido trucchi e strategie di crescita personale e professionale per donne ribelli che vogliono cambiare il mondo.
Il mio sogno è far comprendere a quante più donne possibili il grande potenziale che ognuna di noi ha dentro di sé.

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *