Sicuramente conoscerai la famosa frase “Noi siamo quello che mangiamo”.

Ecco, oggi voglio parlarti proprio di questa frase ma fornirti un nuovo punto di vista dal quale analizzarla.

Noi siamo quello che mangiamo, ma a 360 gradi.

E non faccio riferimento solo al cibo o alle bevande che scegliamo di introdurre nel nostro corpo. Mi riferisco a ciò che decidiamo di introdurre nel nostro corpo e nella nostra mente.

Ebbene sì, nel corso di questi ultimi anni, in seguito ad alcuni eventi che hanno completamente sconvolto la mia vita ed il mio modo di vedere il mondo e le relazioni, ho iniziato a riflettere molto ed in maniera approfondita sul concetto di cibo per la mente.

Avrai sicuramente fatto caso al fatto che al giorno d’oggi siamo sempre più bombardate di informazioni, contenuti (di più o meno valore), in qualsiasi formato, su qualsiasi canale, a pagamento o in maniera gratuita.

Contenuti, contenuti ovunque.

mente, caos e informazioni varie.
My head is a jungle. cit.

Oggi tutti possono parlare, tutti si sentono liberi di esprimere la propria opinione, senza freni e senza limiti. Per il puro gusto di farlo.

Pensa semplicemente a ciò che stai facendo ora.

Stai leggendo un articolo di un Blog (quindi, non di una testata giornalistica) scritto da una ragazza che ha semplicemente deciso di condividere con tante altre donne tutto quello che sa e che continua ad imparare sul mondo della crescita personale e professionale.

Forse non ci siamo mai incontrate dal vivo, forse lo faremo prima o poi (lo spero con tutto il mio cuore), fatto sta che ad oggi tu hai deciso di dedicare parte del tempo della tua giornata alla lettura delle mie parole.

Ecco, guarda quanto è semplice oggi far circolare informazione e informazioni.

Come me, pensa a quante persone oggi hanno la libertà di esprimere la propria opinione sui social o di condividere scene di vita reale con centinaia di persone.

Oggi c’è tanta tanta informazione in giro e il nostro cervello fa sempre più fatica a selezionare le giuste informazioni da considerare e da far rimanere nella nostra mente.

Per questo motivo, oggi diventa sempre più importante essere in grado di selezionare solo ciò che rende la nostra vita migliore, elevando il nostro spirito e la nostra essenza per aiutarci ad andare avanti nel nostro percorso di crescita personale e professionale.

Quindi, cosa intendiamo quando diciamo “noi siamo quello che mangiamo”?

Per me questa espressione indica tutto il cibo per me stessa, per la mia mente, per le mie orecchie, per i miei occhi e per il mio cuore.

Tutto quello che decido di immettere all’interno del mio sistema vitale.

Le relazioni d’amore e di amicizia che scelgo di introdurre o di mantenere nella mia vita sono cibo per il mio cuore, perchè possono darmi emozioni positive o negative a seconda delle persone di cui mi circondo.

Possono essere cibo ottimo o tossico per la mia mente a seconda dei valori su cui si basano i rapporti.

Diventano “cibo” utile o nocivo per le mie orecchie a seconda delle conversazioni che sono solita affrontare quando trascorro del tempo con loro.

Tutto è o diventa cibo per la mia essenza.

Questo discorso non si applica solo ai rapporti umani. E’ un ragionamento che si applica a qualsiasi contesto della tua vita.

Pensa un secondo al tempo che trascorri sui social o a guardare programmi spazzatura come Temptation Island o il Grande Fratello. 🙂

Con questo non voglio dirti che non devi farlo o che sarebbe meglio buttare la TV dalla finestra.

Ma fermati un secondo a pensare agli effetti di una visione prolungata di questi programmi su di te e sulla tua vita.

Piano piano senza nemmeno accorgertene finisci per trascorrere le tue giornate sdraiata sul divano ascoltando, più o meno passivamente, cose di cui fondamentalmente non ti frega un tubo.

Noia e dopamina da social network.
Noia e dopamina da social network.

Tuttavia, nonostante ciò, potrebbe esserci la possibilità che tu vada ad approfondire o comunque ad intrattenerti con le storie dei protagonisti tra uno scroll e l’altro su Instagram o su Facebook, alla ricerca della tua dose di dopamina a rilascio immediato.

Anche se ti sembrerà di aver ottenuto la tua dose di tranquillità e di non aver fatto una lira di danno, in realtà avrai messo le basi per un atteggiamento che potrebbe influenzare le tue azioni future.

Vuoi sapere perchè?

Perchè hai dedicato parte del tuo tempo a cose di cui non ti interessa nulla.

E avrai inserito un bel po’ di trash fine a se stesso nella tua Reality Bubble.

Immagina invece di scegliere di dedicare quel tempo a leggere un bel libro, a fare meditazione o anche a non fare praticamente nulla lasciando riposare la tua mente.

Non ti senti già rigenerata?

Con questo ci tengo a precisare che non sono solita estremizzare, quindi non voglio distruggere o demonizzare la scelta di dedicare del tempo a programmi televisivi di questo tipo.

Il mio vuole essere solo un invito a farti riflettere su quanto sia in tuo potere oggi. Ed in qualsiasi momento.

Hai la possibilità di scegliere cosa inserire all’interno della tua mente.

E non devi assolutamente sottovalutarlo.

Oggi voglio parlarti proprio di questo.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Inizia a dare nuovo cibo alla tua mente. Una newsletter a settimana, contenuti, dritte e tutto ciò di cui hai bisogno per rendere la tua Reality Bubble fantastica. Tutto in 5 minuti di lettura.

Di scelte, di coraggio e di nuove abitudini.

Hai mai sentito parlare di “Ecosistema di crescita“?

Un ecosistema di crescita è un insieme di situazioni che, anche quando non hai la giusta energia per crescere, questo continua a spingerti verso l’alto.

Immaginalo come una forza superiore che ti da la carica, la grinta e la spinta fisica per andare verso l’alto, anche quando tu vorresti solo stare ferma in un punto senza fare niente.

O quando invece vorresti solo lasciarti andare e lasciar perdere tutto, obiettivi, progetti e situazioni personali.

La tua Reality Bubble è l’ecosistema che puoi creare attorno a te e alla tua vita.

E’ composto da alcuni elementi fondamentali:

  • Credenze e valori
  • Persone che scegli di frequentare
  • Contenuti che scegli di guardare
  • Cose in cui credi
  • Tutto quello di cui decidi di circondarti

Fermati un secondo a riflettere.

Quante cose, elementi, persone e circostanze caratterizzano le tue giornate?

Quante hanno il potere di influenzare il tuo umore, il tuo pensiero e le scelte che fai?

La reality Bubble o Ecosistema è l’insieme delle contaminazioni che agisce su di noi fin da quando eravamo bambini.

E’ questo il senso della frase “Siamo quello che mangiamo”.

Pensa a come sei cresciuta, alle amicizie che hanno caratterizzato la tua adolescenza o la tua vita.

Quanta importanza hanno avuto quelle persone nella tua vita?

Guarda al tuo passato e al tuo presente?

Prenditi un secondo e fai mente locale: quante delle cose che fai oggi sono influenzate da cose successe nel tuo passato?

Tutto questo è la tua Reality Bubble.

di che colore è la tua reality bubble?
Di che colore è la tua Reality Bubble?

Immagino già la faccia che stai facendo.

No, non sei spacciata.

Ricorda sempre che sei tu a decidere cosa fare della tua vita. E quindi sei anche tu a decidere come costruire la tua Reality Bubble.

Ma per farlo devi concentrarti su due concetti fondamentali:

  • Devi prendere consapevolezza del fatto che siamo influenzati e definiti dall’ecosistema esterno: noi siamo il frutto di ciò a cui ci esponiamo;
  • Impara ad essere proattiva: scegli l’ecosistema di cui vuoi circondarti.

Questi due concetti sono essenziali per la tua crescita personale e professionale, soprattutto perchè è essenziale che tu comprenda che hai l’obbligo nei confronti di te stessa di scegliere solo ciò che ti contamina in maniera positiva.

Ecco, conosci quest’altra frase?

“Noi siamo il risultato delle 5 persone che frequentiamo più spesso”.

Prendi questa frase e considerala in maniera più ampia.

Noi siamo il risultato delle fonti di informazione, di emozione e delle esperienze che viviamo.

Tutti questi elementi contribuiscono a creare il nostro mindset, che a sua volta ci spinge a prendere determinate decisioni e fare certe scelte.

Ricorda che non possiamo scegliere il contesto in cui nasciamo, ma possiamo scegliere da cosa farci influenzare.

E’ essenziale che tu faccia tuo questo concetto e che inizi ad applicarlo nella tua vita di tutti i giorni.

Pensa ai viaggi.

Io amo viaggiare, se solo potessi trascorrerei la mia vita con uno zaino in spalla in giro per il mondo, alla ricerca di posti sconosciuti, culture diverse ed esperienze più o meno indimenticabili.

Per me il viaggio è una metafora perfetta del processo di crescita personale.

Puoi decidere di vivere un viaggio come un semplice turista, in maniera superficiale e di corsa, o come un abitante del luogo, assaporando ogni attimo in profondità e cercando la vera essenza di ciò che stai scoprendo.

La stessa cosa vale per la crescita personale.

Puoi decidere di viverla in maniera superficiale ed affidarti ad una serie di tecniche e to do list senza senso oppure puoi scegliere di entrare nel profondo ed iniziare a lavorare proattivamente a questo percorso.

Io ho scelto la seconda opzione e consiglio anche a te di fare lo stesso. 🙂

Non te ne pentirai.

A questo punto è fondamentale che tu comprenda che la costruzione della tua reality bubble è essenziale per il tuo percorso di crescita personale e professionale.

raise, challenge, landscape
La libertà del poter scegliere.

Tu hai la possibilità di fare le tue scelte, tutto dipende solo ed esclusivamente da te e da come scegli di portare avanti la tua vita.

Non devi essere vittima della tua stessa vita.

Ad esempio, non tutte abbiamo la possibilità di vivere in una grande città come Roma o di essere circondati da un certo tipo di amicizie.

Forse alcune di noi frequentano gli amici di una vita e sono nate e cresciute nella stessa città.

Sai cosa può aiutarti a creare la tua Reality Bubble?

Internet.

Se usato in maniera intelligente, internet è uno dei mezzi più potenti per creare la tua Reality Bubble.

Costruisci la tua realtà affinchè tutti gli input che inserisci nella tua mente e nella tua vita ti permettano di ottenere gli output che desideri.

Fallo tutti i giorni.

Ricorda che anche la costruzione della tua Reality Bubble è un vero e proprio processo, composto da fasi ben precise e da piccoli step, che, se fatti giorno dopo giorno, ti permetteranno di raggiungere tutti i tuoi obiettivi con estrema facilità.

Ad esempio, se stai vivendo un periodo non proprio positivo, bombarda la tua mente di input positivi, rompi gli schemi che si sono instaurati nel corso degli anni e cerca di far entrare nella tua mente tutto ciò che possa concretamente aiutare il tuo miglioramento.

Creare la tua Reality Bubble è quanto di più utile tu possa fare per la tua crescita personale.

Come fare concretamente?

  • Elimina dalla tua vita tutto quello che non ti permette di raggiungere i tuoi obiettivi;
  • Non buttare tempo con persone e fonti negative;
  • Riempi la tua mente e la tua vita di energie positive.

Come ti racconto sempre, non ho la bacchetta magica nè la palla di cristallo.

Sicuramente non conosco la soluzione perfetta (sempre che la perfezione esista davvero) per creare la Reality Bubble su misura per te.

Quello che posso fare, come sempre, è condividere con te la mia esperienza, sperando che possa esserti concretamente d’aiuto e di supporto nella costruzione della tua.

Ti racconto la mia esperienza e come ho iniziato il percorso per la creazione della mia personale Reality Bubble.

Sono sempre stata una persona circondata da tante amicizie, sempre pronta a conoscere nuove persone e a fare nuove esperienze.

Tuttavia, ad un certo punto della mia vita dopo una forte delusione mi sono ritrovata a fare i conti con la realtà e con la mia vera essenza.

Avevo bisogno di fare il punto nella mia vita ed iniziare a rivedere le mie priorità ed i miei obiettivi.

Ed è stato a questo punto della mia vita che ho scoperto il concetto di Reality Bubble.

Ho fatto una lista di tutto quello che faceva parte della mia vita, associando ad ogni elemento un’emozione o un pensiero che mi generava.

Poi ho preso la mia penna e ho tirato una linea su tutto ciò che non dava un reale valore aggiunto alla mia vita.

E’ stata una liberazione, te lo giuro.

Fin da subito, mi sono sentita più leggera e pronta a dare origine ad un vero cambiamento.

Prova a fare lo stesso.

Inserisci nella lista tutto quello che ti passa per la testa.

Poi fermati 10 minuti.

Rifletti.

Cosa butti giù dalla torre?

Scrivimelo nei commenti o inviami una email a marianna@lamiglioreversioneditestessa.net.

Ti leggo.

Un abbraccio,

Marianna

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Chi sono

Ciao, sono Marianna Gaito e sono l’amica che crede in te.
Nel mio blog condivido trucchi e strategie di crescita personale e professionale per donne ribelli che vogliono cambiare il mondo.
Il mio sogno è far comprendere a quante più donne possibili il grande potenziale che ognuna di noi ha dentro di sé.

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *